A tu per tu con… Alessandro Stefani

CENTROCAMPISTA CENTRALE – Piede: dx – 2020-2019 Nove, 2018 Nove, 2018 Castion, 2017 – 2016 Castion, 2015 Union Ezzelina

QUAL È LA PARTITA CHE RICORDI CON PIÙ AFFETTO E PERCHÉ? «Senza dubbio Nove-Prix Le Torri, in Promozione, perchè segnò il mio debutto in Prima squadra all’età di 17 anni».

UN EPISODIO CHE RICORDI CON PARTICOLARE PIACERE? «Sempre in riferimento a quella partita, segnò Stefano Covolo per il Nove…».

IL PROSSIMO GOL CHE FARAI, LO DEDICHERAI A…? «Il prossimo sarà dedicato ai miei compagni: siamo un grande gruppo, una famiglia nel vero senso della parola e quindi condividerò la mia gioia con loro».

COME È NATA IN TE LA PASSIONE PER IL CALCIO? «Da bambino e sicuramente è stato mio padre a farmi innamorare di questo sport… ma è successo tutto “naturalmente”».

HAI UN GIOCATORE A CUI TI ISPIRI? «Essendo tifoso interista dico Javier Zanetti».

QUAL È IL TUO COMPAGNO PIÙ ELEGANTE, QUELLO CHE CI TIENE DI PIÙ AL LOOK? E IL PIÚ CASINISTA? «Per il look Riccardo Bresolin, per l’eleganza Giovanni Iacovone. Il più casinista è Denis Zen».

SE NON AVESSI FATTO IL CALCIATORE, QUALE SPORT TI SAREBBE PIACIUTO PRATICARE? «Sicuramente tennis».



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.